Madshift

scroll down

BMW M8 - UN ALONE DI MISTERO

"Ma... allora esiste!"
Queste sono state le nostre prime parole dopo aver visto da vicino e scoperto (con non poco stupore) la BMW M8.

Mai ci saremmo aspettati di vederla, semplicemente perché... non sapevamo esistesse. Per quale motivo la M8 è così poco conosciuta? La storia di quest'auto è avvolta da un velo di mistero, basti pensare che BMW l'ha tenuta "nascosta" per vent'anni.

Sviluppata ancor prima della 850 Csi, nel 1990 prese forma il progetto della M8. Basandosi sul già noto V12 BMW, venne concepito un motore 6 litri da 550 cv siglato con il nome S70/1 sviluppato da Paul Rosche, padre fondatore delle BMW turbo di Formula 1. Questo è tutto ciò che si conosce della vettura dal punto di vista meccanico, nessuno ha mai dichiarato altri dati in merito.

Esteticamente saltano all'occhio diversi dettagli, come i fari anteriori inglobati nella fanaleria supplementare, eliminando i fari a scomparsa che caratterizzavano la Serie 8, mentre il cofano è caratterizzato da un'imponente presa d'aria diretta al possente V12.
Si può pensare che i cerchi della M8 siano verniciati di nero, se ci si avvicina però si scopre che in realtà si tratta di cerchi in fibra di carbonio. Carbonio che, misto con il kevlar, prevale anche negli interni con sedili e cinture di sicurezza da corsa per completare l'opera.

   

Riprendiamo la domanda che ci siamo posti all'inizio: perché la M8 è pressoché sconosciuta ai più? Perché non venne mai prodotta. Dopo la costruzione del primo ed unico prototipo e dopo aver attirato l'attenzione della stampa, i vertici BMW abbandonarono il progetto senza rilasciare alcuna motivazione o chiarimento in merito. Anzi, l'unica dichiarazione rilasciata fu che il prototipo sarebbe stato demolito.

Nessuno la vide più, nessuno ne parlò più, della M8 se ne persero le tracce. Questo fino al 2010, quando improvvisamente BMW resuscitò il prototipo della M8 per mostrarla ad un gruppo di giornalisti selezionati presso il museo di Monaco. La M8 quindi non venne distrutta, ma bensì conservata, rimanendo nascosta chissà dove per ben vent'anni.

Il solo esemplare di M8 costruito è stato esposto a Villa Erba in occasione del Concorso d'Eleganza di Villa d'Este come cornice per la presentazione di quella che sarà la Serie 8 del futuro.
Probabilmente, la vera storia che si cela dietro alla BMW M8 continuerà a rimanere un mistero, ma non pensate che sia stato un vero peccato non averla mai messa in produzione? 

 

Testo: Davide Dolce
Foto: Alberto Massara - Davide Dolce

tags:
Back to Top