Madshift

scroll down

Dodge Viper: La Fine Di Una Leggenda

"Termine della produzione nel 2017 ... non è ancora stato identificato il prodotto successivo al ciclo di vita dell'attuale". Queste sono alcune delle sconfortanti parole che si trovano nel contratto tra FCA e UAW.

La Dodge Viper nacque alla fine degli anni Ottanta. Secondo alcuni era ispirata alla AC Cobra anche se la versione definitiva della Viper divenne molto più grande e potente.

Nel 1991 debuttò come pace car nella 500 Miglia di Indianapolis e nel 1992 iniziarono le vendite. Il motore era l'essenza di questa auto: Lamborghini migliorò il progetto iniziale ottenendo un V10 il lega leggera capace di erogare 400 Cv e 664 Nm di coppia. Il modello coupè, denominato Viper GTS venne introdotto solo nel 1996, il cui motore aggiornato produceva 50 Cv in più rispetto al precedente.

Vennero vendute più di 10000 vetture nei suoi primi anni di vita.

Nel 1999 venne introdotta la versione speciale "ACR": una vettura ancora più leggera e più potente.

Nacque 4 anni dopo la seconda generazione della Viper, la SRT-10. 500 Cv di pura potenza prodotta dal nuovo motore V10 da 8,3 Litri che lanciava l'auto da 0 a 100 Km/h in meno di 4 secondi. La muscle car era sprovvista di aiuti elettronici rendendo difficile scaricare a terra tutta la sua potenza attraverso degli pneumatici da 345/30 R19.

Nel 2006 venne presentata la versione coupè, utilizzata anche nella Competition Coupè, in cui ogni parte non necessaria venne rimossa al fine di ridurre il peso di ben 169 Kg.

L'anno successivo il motore divenne un 8.4 Litri da 600 Cv e l'auto acquisì prese d'aria maggiorate e uno spoiler posteriore rendendola esteticamente ancora più accattivante.

L'inizio del Luglio 2010 segna la fine della produzione del vecchio modello, ma FIAT annunciò una nuova uscita, avvenuta nel 2013, con il motore più potente di tutte le generazioni: 649 Cv e 814 Nm di coppia.

A causa però delle scarse vendite già nel Marzo 2014 venne interrotta la produzione per circa 2 mesi, la casa fece grandi sconti che aumentarono le vendite della Viper, ma ciò non bastò: basta pensare che nel 2014 vennero vendute 2500 Corvette contro 100 Viper.

Ora, forse a causa del "nuovo mondo" in cui si preferiscono motori più piccoli ed efficienti, dove si preferisce avere l'elettronica che filtra e corregge i nostri errori e domina il comportamento della vettura, sta mettendo a rischio la vita della vera auto "americana" e dell'impianto di produzione di Detroit.

Un'ulteriore conferma di questo cambiamento di tendenza è l'introduzione del motore ecoboost in vetture come la leggendaria Ford Mustang, equipaggiata dal classico motore "americano" V8 da 5 Litri, ma anche dal 2,3 Litri ecoboost capace di ben 315 Cv; ugualmente la futura Ford GT, il cui debutto è fissato entro la fine del 2016, monterà un V6 da 3,5 Litri ecoboost da 600 Cv: ecoboost non significa quindi "poca potenza" ma si allontana dalla tradizione del paese d'origine.

tags:
Back to Top