Madshift

scroll down

Renault R.S.01: molto più che una Gran Turismo

Non deriva da nessuna vettura stradale e non segue nessun regolamento specifico di alcun campionato automobilistico. La Renault R.S.01 nasce dal forte spirito competitivo della casa francese, con l'intenzione di creare un'auto da corsa di un genere unico e nuovo.

La collaborazione tra Renault e Dallara ha dato origine allo sviluppo della R.S.01. Partendo da un foglio bianco, la rinomata azienda italiana ha sviluppato il progetto dell'auto seguendo gli standard stilistici e tecnici imposti dalla casa francese. Il target era quello di realizzare un'auto prettamente da gara, studiata meticolosamente dal punto di vista aerodinamico ma seguendo determinate linee estetiche tipiche del marchio. Una sorta di "Family Design" estremizzato.

Le performance della R.S.01 non possono essere paragonate con nessuna categoria automobilistica. Più veloce delle GT3, ma leggermente inferiore alle DTM, le sue prestazioni sono nell'intermezzo fra queste due categorie.

Grazie all'alleanza tra Renault e Nissan, la R.S.01 è spinta dallo stesso motore della sportiva giapponese GT-R: un V6 3.8l da 500 cv messo a punto da Nismo.
Le marce sono sette attuate tramite un cambio sequenziale, mentre l'impianto frenante è composto da dischi carboceramici da 380mm di diametro.

Come ogni auto da corsa, la sicurezza per il pilota deve risultare ai massimi livelli. Nonostante la R.S.01 sia più simile ad una vettura Gran Turismo, il fattore sicurezza è stato pensato rispettando i requisiti imposti per la categoria LMP1. Questo concetto è ben comprensibile se si pensa che su quest'auto viene esercitato un carico aerodinamico pari a 1700 kg a 300 Km/h, generando forze laterali e longitudinali pari a 3g.

La R.S.01 nasce con lo scopo di creare un campionato monomarca gestito da Renault prevedendo sei stagioni, in sostituzione del Megane Trophy. Ma la casa francese pensa anche ad altri progetti per quest'auto, tanto da prendere in considerazione una futura presenza nei campionati GT3, adeguando la vettura con appositi kit di conversione per rientrare nelle norme tecniche.

Con questa vettura Renault vuole dimostrare al pubblico le sue radici sportive, attribuendo all'auto un nome storico per la casa francese. La sigla richiama infatti quella che fu la prima auto di Formula 1 Renault, quando nel 1977 la RS01 esordì a Silverstone dando inizio all'era dei motori turbo.

tags:
Back to Top