Madshift

scroll down

Volvo 850 BTCC: Old Generation Tourer

Non ci sono dubbi nel dire che gli anni '90 abbiano regalato emozioni uniche per quanto riguarda il Motorsport. Saranno state le auto, o forse l'atmosfera, magari le battaglie serrate presenti ad ogni gara: ogni appassionato di Motorsport ricorda benissimo le varie sfide ai ferri corti delle gare di quell'epoca.
Se poi si è particolarmente inclini alle gare della categoria turismo ed improvvisamente ci si ritrova davanti ad una vettura come questa Volvo 850 BTCC, il proprio stupore diventa praticamente irrefrenabile.

A molti di voi sarà sicuramente balzata alla mente la figura della famosa, nonché stravagante, 850 Estate. Esatto, proprio quella famosa Station Wagon di casa Volvo che nel 1994 sconvolse l'Inghilterra, se non il mondo intero, partecipando al prestigioso campionato BTCC. Qui invece si tratta della versione berlina, la meno discussa e forse meno famosa, quella dalle forme più tradizionali per una vettura turismo.

 

Alla fine della stagione 1994, Volvo si vide "costretta" ad abbandonare la versione Station Wagon dopo appena un anno di corse a causa di alcuni cambiamenti nel regolamento il quale prevedeva l'utilizzo di soluzioni aerodinamiche che, se adottate sulla versione Estate, non le avrebbero conferito alcuna possibilità di essere competitiva.

 

Per il 1995 venne quindi progettata, in collaborazione con la TWR (Tom Walkinshaw Racing), la 850 Sedan che per due anni calcò la scena delle vetture turismo, principalmente in Inghilterra con ottimi risultati, aggiudicandosi dodici pole position e sei vittorie di gara al suo debutto nel campionato nazionale inglese, conquistando la terza posizione nel campionato costruttori in entrambi gli anni di attività con al volante piloti noti tra le Touring Car come Rickard Rydell, Tim Harvey e Kelvin Burt.

 

La vettura in questione, esposta all'esposizione del Parco del Valentino a Torino la scorsa estate, è stata protagonista del campionato BTCC nel 1996 guidata all'epoca dal pilota svedese Rickard Rydell. Ultima evoluzione della 850, è dotata del caratteristico motore a 5 cilindri aspirato da 2.0 litri abbinato ad un cambio sequenziale a sei rapporti e trazione anteriore, mentre l'impianto frenante è marchiato AP Racing, con Michelin che divenne il nuovo fornitore di pneumatici per Volvo.

La linea della Volvo 850 segue quelli che furono gli standard stilistici degli anni '90: linee rette e spigolose, non troverete nessuna curvatura lungo tutta la carrozzeria.
I cerchi BBS sostituirono gli OZ della stagione precedente aumentando inoltre il raggio che da 18" divennero da 19".

La Volvo 850 merita senza dubbio un ritaglio particolare tra le vetture turismo che hanno fatto la storia di questa categoria. E l'avventura non è ancora finita perchè, ancora oggi, il titolo mondiale sembra essere vicino per la casa svedese.

Testo: Davide Dolce
Foto: Davide Dolce

tags:
Back to Top