Madshift

scroll down

Seguendo il Time Attack con il Team P3M

Progettare, costruire, testare, gareggiare. 
C'è chi crede fermamente nello spirito di squadra e non smette mai di portare avanti i propri progetti pur di conquistare risultati vincenti. I ragazzi del Team P3M ne sanno qualcosa, protagonisti stabili del campionato Time Attack Italia e noi di Madshift abbiamo avuto l'onore di trascorrere l'intera giornata in loro compagnia, seguendo da vicino la seconda tappa stagionale del campionato all'Autodromo di Franciacorta.


Nei paddock, sotto i gazebo dove la squadra ha poggiato le sue basi, ecco le quattro auto del Team P3M preparate direttamente dalla loro officina, Fast Garage.
La Opel Corsa OPC guidata da Manuel Moioli e la Abarth 500 di Luca Colombo sono in attesa del turno di prove libere in vista della sfida vera e propria nella categoria Street 3. Nel frattempo, la Grande Punto Abarth di Patrizio "Pande" Annis e la Mini Cooper S di Marcello "Colna" Colnaghi sono già in moto, i piloti già con le cinture allacciate. Per loro stanno per iniziare le prime libere della giornata, le aspettative in categoria Pro Limited 3 sono alte.

    

   

Tra chi sperava in una giornata serena e chi invece ballava la danza della pioggia, il meteo è stato un'incognita per tutto il giorno. Durante tutta la settimana la pioggia non ha dato tregua, ma durante il week end di gara le condizioni sembravano dovessero migliorare. E invece il cielo ha continuato ad avere un'aria minacciosa e non ha esitato a far cadere ancora qualche goccia dal cielo. Pista umida e scivolosa quindi, non proprio le condizioni ideali per un Time Attack. 
Si sa, quando le condizioni metereologiche sono così instabili, i risultati delle prove libere vengono considerati relativamente. Chi può dire come saranno le condizioni quando si dovranno staccare i Super Lap validi per il risultato finale?
Le sensazioni dei piloti però sono sembrate subito positive in prospettiva dei tempi che contano davvero.

 

I ragazzi del team ci consigliano di fare un giro tra i paddock e la pit lane, senza anticiparci nulla, non vogliono toglierci la sorpresa. Non sai mai cosa potresti incontrare agli eventi Time Attack. Passeggiando per i paddock con la macchina fotografica in mano, ti guardi intorno e capisci che dovrai essere veloce con l'otturatore, soprattutto se i motori delle vetture sono già accesi.
Cosa ti succede quando vedi all'improvviso auto del genere? Ti fermi cinque secondi per riprenderti dallo stupore, poi scatti una fotografia prima che sia troppo tardi.

    

Finalmente il meteo si stabilizza, la probabilità di pioggia svanisce. Arriva il momento di fare sul serio e i primi a scendere in pista sono stati i ragazzi della categoria Street 3. Insieme a loro la concorrenza corre con auto dalle potenze superiori, ma perchè tirarsi indietro? Moioli e e Colombo ci hanno comunque creduto fino in fono e senza dubbio il divertimento in pista non se lo sono fatto mancare.

   

E' tempo della categoria Pro Limited 3, la Punto "Iron Man" e la Mini "Hulk" (nel team ci si diverte a dare i soprannomi alle auto) sono pronte per scendere in pista, questa volta per staccare il tempo. L'obiettivo di Colnaghi è quello di difendere il titolo di campione in carica della categoria, mentre Annis ha già giurato battaglia al compagno di squadra. Diciamo una battaglia "amichevole", anche se alla fine in pista nessuno ha intenzione di tirarsi indietro.

    

Dopo una giornata contro il cronometro, il Team P3M è tornato a casa piuttosto soddisfatto. Lo è stato sicuramente Colnaghi che con la sua Mini Cooper ha conquistato la vittoria in categoria allungando il distacco in classifica, mentre Annis è riuscito a portare a casa un grandissimo quarto posto nonostante qualche imprevisto alla trasmissione.

    

E così ci ritroviamo tutti insieme, con il sole che tramonta e le auto che vengono caricate sui carrelli. Tutti hanno dato il massimo, dai meccanici ai piloti, tutti determinati per riuscire a guadagnare i migliori risultati possibili. Si ritorna alla base, quella dell'officina Fast Garage per prepararsi al meglio in vista del prossimo appuntamento sul circuito di Vallelunga.
Sembra essere trascorsa troppo in fretta questa giornata, è proprio vero che il tempo passa senza accorgersene quando ci si diverte.

 

Un ringraziamento speciale va a tutti i ragazzi del Team P3M - Fast Garage per la loro grandissima disponibilità.
Testo: Davide Dolce
Foto: Davide Dolce, Alberto Massara

tags:
Back to Top